Il contributo ha l’obiettivo di fornire un’analisi sulla salute alimentare delle popolazioni dell’Appennino centrale interessate dagli eventi sismici del 2016/2017. Nello specifico, sono esplorati gli effetti delle trasformazioni degli stili di vita degli abitanti dei comuni di Amatrice ed Accumoli nel periodo successivo all’evento. All’indomani delle prime scosse lo scenario delineato dalle politiche emergenziali vede una parte di popolazione permanere sui territori colpiti e la restante porzione allontanata dai luoghi di residenza e trasferita sulla costa. Il presente studio porta alla luce come lo stravolgimento del vissuto generato dall’evento del disastro, ma anche le modalità istituzionali di gestione e assistenza della popolazione, si pongano alla base di una rottura delle pratiche di vita quotidiana e delle abitudini nutrizionali precedenti, determinando una diffusa percezione di malessere da parte degli abitanti che viene presa in carico dagli esperti impegnati nei servizi socio-territoriali.

[clicca sull’immagine per accedere all’articolo]